Cani da tartufo: Spinone italiano

Lo Spinone è una razza di cane da caccia italiana, come suggerisce il nome stesso. Ha origini estremamente antiche e pare che risalirebbero addirittura al 1.600. Viene bonariamente chiamato clochard o burbero bonario per la sua espressione pensierosa e costantemente accigliata. È un ottimo cane da ferma e dà il meglio di sé nei terreni boschivi, questa sua predilezione non è altro che un motivo in più per ritenerlo un eccellente cane da tartufo.

Spinone Italiano

Indice dei contenuti

Spinone italiano: Descrizione

Lo Spinone è una razza di cane medio-grande che presenta una struttura ossea e muscolare estremamente vigorosa che gli conferisce un aspetto spiccatamente atletico e muscoloso. Nel complesso, quindi, si presenta compatto e la sua forma tende al quadrato.

La testa dello Spinone presenta uno stop (il salto tra la fronte e il naso del cane) quasi assente, mentre la sutura medio-frontale risulta essere piuttosto pronunciata. Il tartufo (il naso del cane) si presenta molto grande e le narici larghe e sporgenti gli conferiscono un olfatto incredibilmente sviluppato. Questa sua caratteristica, sommata al pelo duro e la pelle spessa che costituiscono una corazza naturale per lo spinone, lo rendono un perfetto cane da tartufo. Lo Spinone non teme, infatti, rovi o ostacoli naturali ed è coraggioso in tutte quelle situazioni in cui altri cani getterebbero la spugna.

Lo Spinone italiano esiste in due varietà di colore standard, una bianco-arancione e una roano-marrone. Benché siano ammesse entrambe le varietà, solamente la prima è considerata rappresentativa dello standard ed è ampiamente preferita da cacciatori e tartufai.

È un cane forte che non presenta particolari problemi di salute, ma che è caratterizzato da una golosità piuttosto pronunciata. Perciò, senza uno stretto controllo sulla sua alimentazione, si rischia di incorrere in problemi come sovrappeso o obesità.

Spinone Italiano

Spinone italiano: Carattere

Lo Spinone italiano è un cane molto docile e intelligente. È consigliato anche come cane da compagnia, in grado di affezionarsi ai componenti della famiglia tanto da voler partecipare alla loro vita in ogni momento. Detto ciò, va detto che non è un cane proprio per tutti. Infatti, potrebbe costituire qualche problema per gli amanti degli ambienti puliti: il suo pelo tende a sporcarsi molto, è un cane che sbava e porta con sé un forte odore canino.

L’abitazione ideale dello Spinone è una casa in campagna con molto spazio in cui sfogare la sua energia esplosiva. Non gli è difficile vivere anche in ambienti urbani o case con metrature ridotte, a patto che non gli si faccia mai mancare la possibilità di muoversi e giocare, magari con lunghe passeggiate almeno tre volte al giorno.

Lo Spinone è un cane tanto valido per la caccia quanto per la cerca del tartufo, a patto che riceva il giusto addestramento. Nonostante sia dotato di una grande intelligenza e di un istinto formidabile, necessita di addestramenti atti a stimolare sia la risposta fisica che intellettiva dell’animale. Come per molte altre razze, lo Spinone ha un’ottima risposta ai rinforzi positivi e mal tollera di essere sgridato e punito.

Spinone italiano: Storia

È ritenuto che già negli ultimi anni del 1600 lo Spinone esistesse e venisse impiegato in attività di caccia in Italia. I suoi antenati erano definiti griffoni e corrisponderebbero al moderno Spinone per le descrizioni di Sélincourt nel suo Le parfait chasseur. La più antica immagine di uno Spinone italiano è quella di un affresco del Mantegna conservata a Mantova nel palazzo ducale. Dagli anni Ottanta, lo Spinone è uno dei cani da caccia più apprezzati ed è possibile trovare allevamenti autoctoni in molti paesi fuori dall’Italia.