Ricetta semplice dei tagliolini al tartufo bianco

I tagliolini al tartufo bianco sono una delizia che lascia senza parole. Durante l’autunno piemontese, in pieno periodo di raccolta del bianco pregiato, è possibile assaggiare questo piatto in quasi tutti i ristoranti delle langhe. Ma se volessimo farli in casa?

Se hai una nonna albese buon per te – avresti anche potuto invitarmi a casa – altrimenti dovrai arrangiarti da solo. Questa ricetta è per te.

Mia nonna non è di Alba, e non ha più neanche tanta voglia di cucinare, ma quando voglio fare qualcosa bene, che valorizzi i sapori di un determinato ingrediente, mi chiedo sempre come la farebbe mia nonna. Questa non è la vera ricetta tradizionale, ma è una libera interpretazione casereccia (e spero buona) di come lei cucinerebbe il prezioso fungo piemontese.

Ingredienti:

  • Pasta fresca 400 g
  • Burro 100 g
  • Tartufo bianco 30/40 g
  • Sale q.b.

*facoltativi:

  • Salvia 2/3 foglie se vuoi esagerare
  • Parmigiano grattugiato, una manciata, per i più temerari

Tagliatelle o tagliolini?

Mia nonna direbbe: “non me ne frega nulla, basta che sia pasta fresca. Hai speso così tanto per il tartufo bianco pregiato e poi mi butti la Barilla?” Io credo che abbia ragione, poi vedi tu.

Però io ti consiglio i tagliolini, perché sono più sottili e credo che si comportino meglio una volta passati in padella. Anzi, se ti trovi nelle langhe ti consiglio di comprare i tajarin, i sottilissimi della tradizione, che con tutti quei tuorli d’uovo sono ancora più buoni e perfetti per il tartufo bianco. Ma mia nonna non può farsi così tanti km, quindi andrà bene quel che c’è. Però attento alla cottura.

Una ricetta semplice per i tagliolini al tartufo bianco

Un piccolo accorgimento: se non hai un tagliatartufi puoi anche usare un pelapatate, con un po’ di accortezza.

Sì, mia nonna farebbe esattamente così, me lo sento. E se le dicessi che c’è troppo burro mi colpirebbe in testa con il mestolo: “mi hai chiesto dei tagliolini al tartufo bianco, non un piatto dietetico.”